Posts contrassegnato dai tag ‘eric northmann’

Nell’episodio 5×07 tutti i personaggi si trovano ad un inizio (che riescano ad andare oltre è da verificare e per questo bisogna attendere), però ognuno è davanti ad una scelta. Sookie potrebbe diventare umana, esaurendo i suoi poteri di fata; Jason potrebbe concludere la sua relazione con Jessica (amore? amicizia? sesso?), dopo aver scoperto che i suoi genitori sono stati assassinati da vampiri; Tara potrebbe dimenticare il suo passato da mortale, dopo che sua madre irrompe al Fangtasia e la rinnega; Pamela potrebbe dare una continuità alla sua attività anche senza Eric; Hoyt potrebbe cancellare l’esperienza di succhia-sangue e vendicarsi di coloro che lo hanno ferito; Lafayette potrebbe ritrovare Jesus o ricongiungersi a lui nell’aldilà; Terry e Patrick potrebbero entrare nelle fauci di Ifrit o sconfiggerlo; Alcide potrebbe essere il nuovo capobranco di Shreveport e Bill ed Eric potrebbero abbracciare il movimento sanguinista capeggiato da Russell e Salomé.

Potrebbero davvero? E poi… e il “poi” non è ancora dato a sapersi, possiamo però ricostruire i fatti e il materiale di partenza è abbondante.

Dopo un check-up completo, Claude scopre che i poteri di Sookie stanno per finire; vista la sua natura solo per metà fatata. L’idea, però, non la rattrista: questa scoperta le permetterebbe di diventare umana e lasciarsi alle spalle tutta la sofferenza causata. Così, Sookie lascia il nightclub con una nuova speranza e si esercita a scaricare i suoi poteri.

Jason scosso dalla notizia dell’assassinio dei genitori ad opera di un vampiro si dirige dall’amica Jessica per ottenere conforto. Il fatto di scoprire Jessica a nutrirsi di un umano, aumenta il suo disprezzo verso i vampiri. I due litigano violentemente, così che Jessica si becca una pallottola in testa e Jason un morso alla giugulare.

Da barista, Tara viene promossa a lap-dancer con i complimenti di Pam. Durante una prima esibizione, sua madre irrompe al Fangtasia, per affrontare Tara. Le sue parole verso la figlia sono dure, come sempre, e il motivo della sua visita è disconoscerla e dirle addio. Pam interviene per rassicurare Tara: dopo centinaia di anni, la vita umana di un vampiro non è nemmeno un ricordo e Tara dimenticherà i suoi dolori.

Mentre all’interno del locale si consuma un momento materno (due madri a confronto), all’esterno Hoyt viene salvato da dissanguamento certo. Gli eroi di questa prodezza sono gli Obamas che uccidono il vampiro aggrappato al suo collo e si prendono cura del ragazzo, che decide di unirsi al gruppo d’odio.

Intanto Alcide si allena per affrontare J.D., nuovo capobranco di Shreveport e drogato di V; Luna resta in ospedale e Sam continua le indagini in supporto alla polizia.

Il rischio maggiore lo corre Lafayette, che raggiunge la dimora di Don Bartolo, in sua trepidante attesa. Lo zio di Jesus usa lo spirito (e la testa) del nipote per catturare Lafayette e trasferire i suoi poteri di “brujo” a suo figlio, che sta per nascere. Legato come un salame, con la bocca cucita, Lafayette è nelle mani di Don Bartolo, ma non è l’unico ad essere vittima della sua cattiveria. Durante il rito di spostamento dei poteri, la compagna di Don Bartolo lo colpisce alle spalle e libera se stessa e Lafayette.

Bill ed Eric? Come due polli sono caduti nella rete di Salomé: è lei che ha salvato Russell (pedinando Eric e Alcide la notte in cui lo hanno seppellito) perchè uccidesse Roman e guidasse i sanguinisti. Bill ed Eric non vogliono cedere, ma non hanno altra scelta se non quella di partecipare al rito di iniziazione organizzato da Salomé e Nora e assaggiare il sangue di Lilith. Che effetti ha il sangue di Lilith sui vampiri?
Un effetto davvero divertente per chi lo beve e per chi guarda la puntata. Come un gruppo di hippie sotto l’effetto di un mix di droghe, gli “iniziati” barcollano per le strade della città e approdano in un locale dove si sta festeggiando un matrimonio. Il party privato si trasforma in una cena e i vampiri fanno razzia degli umani. Ospite speciale della serata: Lilith che si materializza sotto gli occhi dei suoi seguaci. Oltre a quella di Lilith, Eric ha un’altra visione, è Godric, il suo creatore convertitosi all’integrazione tra vampiri e umani e sacrificatosi alla luce del sole. Godric implora Eric di separarsi da questo gruppo di estremisti e salvare sua sorella Nora.

Sta per iniziare una guerra tra le specie e si preannuncia molto sanguinosa…

State connessi…

Sotto il link al promo di HBO In the Beginning

Domenica 26.08 è prevista l’ultimo episodio della quinta stagione sul canale HBO.

In True Blood può mai accadere che raggiunto l’obiettivo si possa tirare un sospiro di sollievo e dire: è fatta?
Mai, e se volete conoscere come va a finire la missione dei magnifici 4 (Bill, Eric, Sookie e Alcide) leggete di seguito: episodio 5×06 Hopeless.

Finalmente, Eric sta per azzannare Russell quando Alcide viene trascinato via e Sookie (impavida e spesso ingenua) lo rincorre. Fuori dalla stanza un branco di lupi intervengono in difesa del loro protettore (e fornitore ufficiale di V) Mister Edgington, che, nella rissa, riprende forze sufficienti ad avvicinarsi a Sookie. Nel tentativo di berla, Russel viene steso a terra dalla sua “vittima”, che sfodera i suoi poteri magici e lancia raggi di luce dalle mani. Provvidenziale l’intervento dell’esercito dell’Autorità Vampira che arresta il prigioniero e salva i nostri eroi. A Bill ed Eric viene assegnato il compito di ammaliare i due testimoni e così Bill finge di cancellare i ricordi di Sookie (quelli di quella notte e della sua esistenza e di quella di Eric nella sua vita), mentre Eric si diverte a ipnotizzare Alcide, ovviamente alla sua personale maniera, ossia convincendolo a non avvicinarsi più a Sookie, anzi addirittura ad averne schifo. Che simpaticone!
Entrambi mostrano, a loro modo, quanto tengano ancora a Sookie.

A questo punto, le loro strade si dividono nuovamente. Bill ed Eric tornano al palazzo dell’AV per assistere all’esecuzione di Russell Edgington. Nessun comitato di accoglienza al loro arrivo, ma un party privato organizzato dai cancellieri per festeggiare i loro (inaspettati) risultati. Questi cancellieri amano godersi la vita!
Roman li accoglie come dei figli e stappa una bottiglia di sangue invecchiato in loro onere. Salomè si occupa di interrogare il prigioniero mentre Eric ottiene il permesso di far visita a sua sorella Nora nella sua cella per scoprire che lei non sa nulla dell’evasione di Russell.

Sookie e Alcide? Quando Alcide si risveglia è nel letto di Sookie con pochi e confusi ricordi della sera precedente: il ricordo di un amoreggiamento. Quindi se si trova nudo nel letto di Sookie dopo quei frammenti di memorie, probabilmente si è andati oltre al bacio. Invece, noi che conosciamo tutta la storia, come Sookie, dobbiamo purtroppo informarlo che non è andata come suppone. Ci pensa Sookie a trasferire nella sua testa l’accaduto e la cosa che più lo indigna è la presenza del suo branco ai servigi di Lord Edgington.

Alcide non è disposto a chiudere nemmeno un occhio sulla questione e si precipita dal branco. Faccia a faccia con J.D., l’attuale capo, decide di sfidarlo. Vuole liberare i suoi “fratelli” dal vizio (e dalla schiavitù) del V. Questa dipendenza potrebbe costargli davvero cara, e poiché tutti pagano a Bon Temps, arriverà anche il loro conto.

Intanto, Jason riporta a Sookie la shockante rivelazione di Hadley, durante il loro incontro al nightclub delle fate e insieme si precipitano al locale per saperne di più. Sookie è convinta che la cugina e suo figlio debbano abbandonare quel luogo, dove non sono al sicuro, mentre la Hadley è sicura dell’esatto contrario. Messo alle strette dai tre, Claude, fratello della fata-madrina di Sookie, confessa che i signori Stakhouse sono stati uccisi da un vampiro di nome Warlow, che ha teso loro una trappola durante l’alluvione perchè attirato dall’odore di una fata (il sangue di Sookie su un piccolo cerotto). La notizia aumenta l’inquietudine della nostra protagonista e la determinazione di Jason a far luce sulla verità.

Dopo le nuove manifestazioni di magia nera, Lafayette rivede Jesus, o almeno una parte. Nella sua abitazione, trova la testa dell’ex compagno appoggiata ad un mobile con la bocca cucita, nell’impossibile tentativo di dirgli qualcosa.
Non è l’unico ad avere questa visione, anche sua madre, di cui Jesus era infermiere, lo vede e riporta il messaggio a suo figlio. Da quanto ha capito, Jesus è in pericolo e il suo carnefice è un uomo cattivo: lo zio, Don Bartolo, con cui i due avevano putroppo già avuto a che fare in passato.

Sam e Luna sono ricoverati in ospedale e angosciati dall’idea di non sapere dove sia scappata Emma, sotto forma di lupo. Fortunatamente, la bambina ha fiutato la casa della nonna, Martha a cui Luna chiede di curarla per un pò.
Sam non è disposto a chiudere il caso. Gli uomini che lo hanno ferito erano umani e indossavano una maschera raffigurante il volto del presidente degli USA Barack Obama. Grazie alle sue qualità, riesce ad ottenere da Andy il permeso ad aiutarlo nelle indagini. Il suo naso lo conducono al negozio di Junior, che nella sua bottega propone ai sui clienti una varietà di accessori per l’eliminazione di vampiri, mutaforme, e chi più ne ha, più ne metta. Qui gli Obamas hanno acquistato le loro armi. E’ il fiuto di Sam a dirlo, così come è il suo fiuto a salvare Andy da una pallottola in pieno viso. Junior cerca di sparare, ma viene trafitto da una freccia scagliata da Sam. Sicuramente vendeva oggetti funzionanit: provare per credere!

Il momento triste della puntata ci è offerto da Terry che lascia Arlene. La sua presenza metterebbe a repentaglio la vita della moglie e dei bambini e questo non lo vuole nessuno dei due. Arlene comprende e dopo un abbraccio, Terry esce dalla sua vita. Io piango, perchè era un amore forte e sopratutto umano (in tutti i sensi).

A quanto sembra è arrivato il momento di far giustizia nell’AV: l’esecuzione di Russell sta per avvenire e Bill ed Eric sono invitati a restare. Tra le imprecazioni e la blasfemia di Russell, Roman è pronto a premere il pulsante dell’applicazione iStake, un impalettamento tecnologico attivabile via iPhone, quando la situazione si rovescia.La bilancia del potere pende in favore di Russell che uccide Roman.

Per Lilith, e adesso? Non ci siamo ancora liberati di Russell. Ma non doveva essere sedato con l’argento e indossare un iStake pronto a trafiggerlo? Qui c’è qualcosa che non quadra…qualcuno ha tradito, qualcunaltro.

Da dove comincio? L’episodio 5×04 e’ fitto di eventi da raccontare.

Nella puntata 5×03 ci siamo introdotti nei ricordi di Pam e abbiamo scoperto come abbia conosciuto Eric. Ora, invece, entriamo nella testa di Terry e iniziamo a disegnare un quadro di cio’ che e’ accaduto in Iraq e che perseguita lui e Patrick. Durante la missione, la squadra di Patrick decide di festeggiare il 4 luglio e si rifugia in un luogo sacro per evitare attacchi. Il clima e’ euforico e ci sono alcolici e stupefacenti ad alleggerire la serata. Il soldato Eller e’ messo di guardia all’ingresso. All’improvviso, un civile, un ragazzo iracheno, si avvicina ed Eller spara, uccidendolo. Alcuni abitanti del paese raggiungono il corpo del giovane. I soldati nemici approfittano della confusione e attaccano gli americani. La sparatoria si conclude in una carneficina: tutti i civili sono a terra. La cronaca di guerra si interrompe quando Terry riprende conoscenza (togliendoci il finale), lui e Patrick sono in viaggio verso il nascondiglio di Eller e quando lo raggiungono trovano inquietanti sorprese.

Terry non e’ l’unico ad essere in stato di shock; in questo caso pero’ non si tratta esattamente di un trauma. I sensi di colpa affliggono Sookie, che inizia a sentire su di se’ la responsabilita’ delle sue azioni: l’uccisione di Debbie e la trasformazione di Tara si aggiungono ad una lunga lista di nefasti accadimenti di cui lei e’ il motore. E’ proprio come dice Lafayette: Sookie e’ un angelo della morte. In un solo giorno, confessa un omicidio, si denuncia alla polizia, per l’esattezza a Jason, pregandolo di arrestarla e rischia la vita dopo aver perso il controllo della sua auto ed essersi lanciata dal veicolo in corsa (qui c’e’ lo zampino della magia nera di Lafayette). Tutto questo in un solo giorno e non si puo’ biasimarla quando si concede una sbronza in compagnia di Alcide, che come spesso accade, ha mentito per proteggerla, raccontando ai genitori di Debbie che e’ stato Marcus, ex amante della ragazza ed ex capobranco di Shreveport, ad assassinarla.

Del resto c’e’ sempre qualcuno pronto a sacrificarsi per Sookie: parole di Tara che ha rinunciato alla sua vita per l’amica, trovandosi ad affrontare l’iniziazione all’esistenza da vampiro (che non e’ cosi’ semplice se pochi giorni prima non si beveva sangue umano).

Bill ed Eric tornano a Bon Temps, dove inizia la loro missione alla ricerca di Lord Edgington. Primo passo: scoprire chi ha estratto il millenario vampiro dalla fossa. In pochi sapevano dove fosse sepolto e i sospetti cadono su Pam. La reazione di Eric e’ brutale e quando dubita della fedelta’ della sua progenie, Pam lo invita a spezzare il legame che la vincola a lui. In quello che considero il momento piu’ dolce e commovente della quinta stagione (se si considerano i protagonisti), Eric libera Pam pronunciando poche e semplici parole. Esclusa Pam dalla lista dei traditori, il nome successivo e’ quello di Alcide. Bill si dirige a casa di Sookie per ottenere il suo aiuto (e ovviamente per verificare che stia bene: sua reale priorita’) e si apposta fuori dalla finestra, dove lo raggiunge Eric. In attesa di entrare (senza bussare), assistono ad uno spettacolo piuttosto avvincente ed esilarante, che vi raccontero’ interamente la prossima volta!

Intanto, all’interno dell’Autorita’, Roman continua la sua lotta ai traditori e ottiene una confessione da Nora. Tra i cancellieri si nasconde un altro sanguinista: Drew (un vampiro nel corpo di bambino), che e’ prontamente impalettato. Ricordate? L’autorita’ vince sempre!

Andy e Jason vincono, invece, il premio come personaggi piu’ simpatici dell’episodio e vivono un’esperienza fuori dall’ordinario (anche se siamo fuori dall’ordinario da un pezzo). Lo sceriffo strappa una multa al figlio di un onorevole (lodevole!) e per ringraziarlo quest’ultimo invita entrambi in un locale molto particolare. I tre uomini vengono bendati e accompagnati in un nightclub gestito da fate (meno candide di come sono rappresentate nell’immaginario collettivo) ben disposte a soddisfare ogni desiderio di piacere degli ospiti, e in un momento di distrazione, Jason riconosce sua cugina Hadley, rifugiatasi in quel luogo, per proteggere suo figlio, una fata come Sookie. L’ingenua Hadley implora Jason di condurre in quel luogo anche sua sorella, prima che i vampiri la dissanguino come hanno fatto con i suoi genitori. Cosaaa? Ma i signori Stakhouse sono morti in un’alluvione… O forse no. Questa e’ una pulce troppo grossa nell’orecchio di Jason, che nel tentativo di inseguire la cugina,viene cacciato dal locale con Andy al seguito.

Neppure Sam viene risparmiato in questo episodio; dopo aver litigato con Luna, rinviene i cadaveri di due amici mutaforme, dai quali era stato invitato a cena poche ore prima. Che piacevole sorpresa trovarli morti sotto il portico!

Non sono davvero troppi gli omicidi a Bon Temps? Probabilmente la questione sta sfuggendo da molte mani.

See you soon!