Intervista col vampiro: Stephen Moyer si racconta.

Pubblicato: 24/06/2009 da trueblooditalia in TRUE BLOOD
Tag:, , , , , , , , ,

Stephen Moyer

True Blood è tornato con la seconda stagione negli USA. Per l’occasione ecco una bella intervista a Stephen Moyer, Bill, realizzata da Jane Boursaw di TvSquad.

Prima di tutto voglio dirti che amo True Blood, sono un grande fan e dico a tutti di guardarlo. Adoro Alan Ball e tutto quello che fa.

E’ straordinario, non è vero? Credo che la cosa più creativa che abbia fatto Alan con il nostro show sia stato creare qualcosa che parla di sangue e vampiri, ma che in verità non è nient’altro che un forum dove parlare delle relazioni umane. Sì, ci sono il sangue, il sesso e la violenza, ma sono solo un contorno al fatto che questo show parla sostanzialmente di persone e di come si relazionano tra di loro. 

Cosa puoi dirci della seconda stagione?

Beh, è difficile sapere da dove cominciare, ma se avete letto il secondo libro della serie, avrete un’idea di quella che sarà la storia. Alan ha creato delle storie per il fratello di Sookie, Jason, e la sua amica, Tara. E ha anche pensato a diverse storie per il mio personaggio e per quello di Sam. Quindi avremo circa quattro diverse linee narrative questa stagione. Bill e Sookie vanno a Dallas per cercare di risolvere una situazione che si è creata lì, mentre a Bon Temps accade qualcosa di molto oscuro. true-blood-03-mine_03

Alla fine della prima stagione abbiamo visto Bill e Sookie riavvicinarsi. Si sono sostanzialmente ritrovati dopo essere stati separati. Cominciamo la stagione con loro due ancora più uniti e pronti a partire per risolvere insieme un problema. Non posso dirvi precisamente quello che succede a Dallas o a Bon Temps, ma è qualcosa di mai visto. E’ molto divertente che quando arrivano gli script nelle loro buste marroni, tutti corrono a leggerli, dai cameramen, ai tecnici, agli scenografi… lo fanno nelle loro pause caffè. Questi sono ragazzi che lavorano 18 ore al giorno.

Solo guardando al trailer e ai clip sul sito della HBO si rimane stupefatti. Cioè, quel trailer è meglio della maggior parte dei trailer che vedi per un film. n53441492126_5732

Anche il promo che abbiamo fatto con la musica di Bob Dylan in sottofondo… è stato lui ad offrirci questa traccia del suo nuovo album. E’ incredibile.

Bob Dylan è un fan dello show?

Pare di sì. Cioè, se proprio devi avere un fan, non c’è niente di meglio di Bob Dylan.

Parliamo di Jessica. Alla fine della scorsa stagione sembrava che sarebbe dovuta andare sotto la protezione di Eric, ma nel promo per questa stagione, sembra invece che sia sotto la tua.

jessica-true-blood E’ tornata da me e Deborah (Ann Woll), che interpreta la parte, è assolutamente straordinaria. Quel che hanno fatto è geniale, perchè Bill ha perso i suoi figli. Sono sicuro che Bill abbia sognato ad un modo di riaverli, ma di certo non nella forma di una figlia vergine o di una marmocchia psicopatica.
Questa è una delle cose straordinarie di Alan. Non dà ai personaggi ciò che loro vogliono, ma crea un conflitto. Quest’anno ci sarà il triangolo amoroso, ma sarà qualcosa di diverso, perchè chi diavolo vuole vedere due persone così incredibilmente felici?

E’ vero. E’ questa la particolarità di Six Feet Under e True Blood. Alan non prende mai la via più facile e, noi spettatori, questa cosa l’adoriamo.

Il conflitto crea dramma e il modo in cui le persone reagisco al conflitto ti fa capire che tipo sono. Ci innamoriamo, ma poi succede qualcosa che ci fa cambiare opinione su qualcuno, in meglio o in peggio. Pensi, “Oh, non pensavo che il mio amore avrebbe reagito in questo modo”. E’ questa la grandezza della scrittura di Alan, credo.

Che si prova ad interpretare un vampiro? La gente ne è sempre stata affascinata, ma ora siamo entrati in una vera e propria mania, tra Twilight e True Blood. E’ divertente cavalcare l’onda di una moda?

Assolutamente sì! So che sembrerà una cosa strana da dire, ma io non penso che il nostro show parli di vampiri. Parla delle relazioni. Il mio personaggio ha 173 anni e, se fisicamente si può dire non sia cambiato, ha certamente tratto insegnamento da tutte le cose storte che gli sono successe nella sua vita. E’ soprattutto questo che penso.

Sarà strano per le persone che recitano con te. Ovviamente sanno che non sei un vampiro, ma se qualcuno di punta al collo con dei canini appuntiti, la sensazione non dev’essere delle migliori.

Ieri sera stavamo girando una scena in cui mostro i miei canini ad una giovane attrice. E lei ha detto, “Oh mio Dio, sembrano veri. Gesù, non so se sarò in grado di recitare così!” Alcune nostre scene sono un po’ psichedeliche, ma non ci lamentiamo. Sono piuttosto sexy. GW433

Personalmente non ho letto i libri, quindi non ho pregiudizi. Ma conosco delle persone che li hanno letti e a cui non piace la serie perchè non li rispecchia. Cosa ti senti di dire a queste persone?

Questo è interessante. A me devo dire che non è capitato di sentirlo dire da nessuno. Per quanto mi riguarda, tutti quelli che hanno letto i libri sono intelligenti abbastanza da capire che sono due cose diverse. I libri sono soprattutto dal punto di vista di Sookie, ma lo show non parla esclusivamente di lei. Alan ha creato con la sua maestria sei personaggi con i queli mettersi in relazione. Non siamo CSI. Questo è un drama che parla di come il fatto che ci sono dei vampiri nella società incida sulle persone.

E poi i libri e gli show televisivi sono due cose così diverse.

Esatto. Non ho mai pensato di leggere un libro e poi volere che qualcuno me lo rappresentasse di fronte ai miei occhi. Se mi leggo Harry Potter, poi non vado ad analizzare il film fotogramma per fotogramma. Non ne capisco il senso. Onestamente, preferirei leggere il libro e basta. Se poi qualcuno lo mette in pellicola, voglio che sia qualcosa di diverso.

True Blood è uno show divertente in cui lavorare?

E’ uno show fantastico in cui lavorare! Non mi sono mai divertito così tanto facendo uno show televisivo. E’ divertente, è dark, è contorto, è strano e intelligente. E ci lavorano un gruppo incredibile di persone. Siamo una sorta di piccola famiglia strana e disfunzionale. Ci amiamo tutti a vicenda, compresa la troupe. E’ un posto benedetto dove lavorare. meet_the_true_blood_9_cast

Un’ultima domanda: meglio un vampiro o un mutaforma?

Se potessi farli entrambi ti direi mutaforma. Ti immagini essere in grado di mutare? Non dovrei più stare attento alla luce del sole e potrei uscire durante il giorno.

fonte: tvzapper:  http://tvzapper.subsfactory.it/

Annunci
commenti
  1. serena ha detto:

    noto che stephen e’ veramente un bravo attore e riesce ad interpretare la sua parte con una grande intensita’…effettivamente fra vampiro e mutaforma non posso dargli torto che essere un mutaforma e’ nettamente meglio poiche’ ha piu’ vantaggi…cmq orami per me…e’ il mio vampiro preferito…e cmq trovo alan ball veramente geniale

  2. Paola ha detto:

    Bella questa intervista, complimenti per il sito che cresce di giorno in giorno 😉

  3. chicca ha detto:

    Niente da dire, Stephen ha sicuramente le phisique du role, e ormai non riuscirei ad immaginare il vampiro Bill interpretato da un altro attore. Stephen non è solo bello: è bravissimo, sicuramente degno contraltare del premio oscar (nonchè sua compagna anche nella vita) Anna Paquin

  4. sangue blu ha detto:

    Bella questa intervista… nn vedo l’ora di vedere la 2 stagione xke nn mene perdo mai 1 puntata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...